Non sono un fan di Star Wars

Occhio, questo articolo è infarcito di spoiler sull'ultimo film (Episodio IX), dall'inizio alla fine. Se non hai visto il film passa oltre. Se l'hai visto e ti è piaciuto, passa oltre lo stesso.

L.H.O.O.Q.

La prima trilogia di Guerre Stellari1All’epoca si chiamava così, e per me è ancora così. è *il film* che amo di più al mondo, ed è quello che ho visto più volte nella mia vita; addirittura più del grande Lebowski, che ritengo essere una pellicola pressoché perfetta.

Non vorrei perdere troppo tempo a descrivere il perché o il percome, di sicuro è una saga che è arrivata al momento giusto e ha segnato in un certo qual modo i miei gusti cinematografici e letterari.

Per me la prima trilogia di Guerre Stellari *è* Star Wars.

Quando, dopo varie riedizioni dei tre film originali (ognuna delle quali ho comunque apprezzato per vari aspetti, pur con qualche piccola eccezione che ho riportato qui) George Lucas ha annunciato una seconda trilogia ho smesso di mangiare, di bere e di dormire. La mia vita ha improvvisamente cominciato a girare in funzione della sua uscita nei cinema, atteggiamento che si è poi rivelato un grandissimo errore.

Troppe aspettative, troppa trepidazione. Episodio I è finalmente arrivato, sono andato alla prima mondiale dell'Universo2Non è vero, era il primo spettacolo pubblico a Roma, ma per me era come stare in pole position al gran premio di Monaco. e, dopo 15 minuti di visione, mi sono addormentato. Letteralmente.

Mi hanno svegliato gli amici alla fine della proiezione, cosa che mi ha costretto a tornare al cinema il giorno dopo.

I gusti sono gusti ma, tutta quella menata sul Senato Galattico, le tasse alla gilda dei mercanti, le pressioni sul cancelliere supremo mi annoiavano. Aggiungiamoci Jar Jar, gli «yuppy!» e «oops!» di Anakin e una trama che si trascina lentamente per tutta la durata del film ed ecco la delusione servita su un piatto d'argento. I capitoli successivi hanno migliorato qualcosa ma ormai il danno era fatto. Ho fatto pace con questa trilogia solo molti anni dopo, perché in fondo il suo unico scopo è stato spiegare come si è arrivati a Guerre Stellari e i motivi che hanno portato Darth Vader a tradire i Jedi e passare al lato oscuro.

Non è di sicuro ai primi posti nella mia classifica personale, ma ogni 5-6 anni la riguardo volentieri.

Memore della precedente esperienza traumatica, quando Disney ha acquistato la Lucasfilm, e ha a sua volta annunciato una terza trilogia, la notizia non mi ha fatto né caldo né freddo. L'ho naturalmente attesa con curiosità, ma non ci ho riversato sopra speranze, in quanto la storia di Luke, Han, Leia e compagnia bella per quanto mi riguardava era ormai bella che conclusa.

È arrivato Episodio VII, criticato quasi da tutti perché strizzava troppo l'occhio ai fan di vecchia data e a me è piaciuto. È arrivato Episodio VIII, con una trama coraggiosa e non è piaciuto a nessuno. A me molto.

Siamo quindi giunti all'ultimo film che, naturalmente, si è piegato alle richieste della massa presentando una storia (per me) banale e prevedibilissima, con numerosissime incoerenze.

E, ovviamente, è apparentemente stato un successone mondiale.

Facciamo così, invece di star qui ore a scrivere "questo non mi è piaciuto", "quest'altro mi fa schifo", mi limiterò a elencare, in ordine sparso, tutto quello che ritengo sbagliato, man mano che mi viene in mente:

  • Poe Forza l’Iperspazio per fuggire ai caccia imperiali3Vabbè, Primo Ordine, Ordine Definitivo, chiamateli come volete…. Ma sì, che sarà mai? Sono soltanto 40 anni che ci spiegano che non è affatto pericoloso….
  • Palpatine non era morto. Cioè sì, ma anche no. Cavolo che idea geniale! Il messaggio è chiaro: come in Dallas nessuno stira le zampe per davvero, i Jedi continuano a parlare e manifestarsi, i cattivi ritornano. Magari con qualche dito in meno o con gambe bioniche come Darth Maul.
  • Con Snoke abbiamo scherzato. Dai, non era il vero Sith, era un Muppet con la mano di Palpatine infilata nel culo (con poche dita funzionanti non poteva essere molto simmetrico). Magari avrebbe aiutato scrivere una trama di fondo prima di girare i singoli film, così, tanto per non dover improvvisare ogni cinque minuti. Ma JJ è famoso per introdurre mostri di fumo e orsi polari e poi sottrarsi a spiegazioni logiche.
  • Palpatine vuole Rey morta. No, alla fine non la voleva morta. Che ci vuoi fare, so' ragazzi…
  • L’Imperatore e i suoi cari vecchi fulmini dalle dita. Ma stavolta imbastisce uno spettacolo di fuochi d'artificio come Gandalf alla festa di compleanno di Bilbo. Fa un po' di scena nel cielo, ma nessun danno. Buon anno nuovo!
  • Kylo Ren riesce addirittura a prendere una collanina attraverso lo spazio-tempo ma, quando Rey entra nella sua cameretta, non se ne accorge neppure. Un po' come quando negli Episodi I-II-III tutti i Jedi dell'universo hanno Palpatine sotto il naso e a nessuno viene il minimo sospetto.
  • Mai come Luke che, Forza di qua, Forza di là, ha una Palpatine davanti agli occhi per tre film e non gli viene nemmeno un dubbio. Anzi, no: "Leia lo sapeva". Eh certo, come no. Sicuramente lo sapeva anche lui, ma era troppo modesto per dirlo.
  • Nuovi Star Destroyer con un cazzutissimo cannone ventrale in grado di distruggere pianeti con un solo colpo4Nel precedente episodio, per caricare l'arma, serviva un'intera stella, adesso probabilmente basta il caricabatterie dell'iPhone., ma non possono decollare senza un’antenna. Eh, non si può avere tutto!
  • Quarant'anni prima la Morte Nera viene fatta esplodere, i resti lasciati precipitare (con un attrito atmosferico che genera temperature dell'ordine dei 2.500 gradi centigradi) su un pianeta con condizioni atmosferiche non certo paradisiache. Naturalmente arriva giù con l'intera sala del trono intatta.
  • Impossibile attraversare il mare per raggiungerla. Infatti Rey lo fa agevolmente, ma vabbè è una Jedi. Cinque minuti dopo ecco pure Finn e la nuova fidanzatina. Secondo me, se allungavano ancora un po' la scena, arrivava pure qualche Porg e l'intera famiglia di Chewbacca.
  • La mandalorian-wannabe, quella col casco dei Daft Punk che prima vuole uccidere Poe e poi gli fa gli occhi dolci, lavora una vita per guadagnarsi il gettone magico che dà accesso a qualunque settore dello spazio, e lo regala a degli sconosciuti dopo tre minuti. Chi non lo farebbe? Con un po' più di tempo a Poe avrebbe donato anche altro…
  • Il generale Hux è una spia. Davvero? DAVVERO?? Solo perché Kylo gli aveva bucato il pallone?
  • La cavalcata delle Valchirie coi "cavalli" sopra l'incrociatore. Ci fosse stata la musica di Wagner! Ne avrei di sicuro un ricordo migliore.
  • Il cameo di Han Solo. Fondamentale, direi. Mai più senza!
  • La memoria di C-3 verrà cancellata, scena strappalacrime. Dieci minuti dopo la ritrova. Da Oscar!
  • Chewbacca muore. Ah no, non muore. Che cazzo di colpi di scena, «sono tuo padre!» in confronto è un ambo alla tombolata di Natale.
  • «IO SONO TUTTI I SITH!» «E IO TUTTI I JEDI!» Brividi! Bellissimo eh, bellissimo. Ho ancora la pelle d’oca.
  • Tre film. Che sistematicamente fanno fuori i tre protagonisti di Star Wars. Senza motivazioni realmente plausibili se non la disperata ricerca del colpo di scena. Leia che, pace all’anima sua, sopravvive alla propria attrice per due film era quasi arrivata in fondo. Ma a questo punto lasciala vivere, no? Che ti frega, la saga è finita. Falla festeggiare sorridendo come nel finale di Guerre Stellari e pace. Ma no, facciamola morire stupidamente come Luke. Sui pacchetti di Forza dovrebbero scrivere "nuoce gravemente alla salute".
  • Obi-wan mai pervenuto. Nemmeno per un singolo fotogramma (a parte un incitamento vocale alla "over the top" durante l’ingroppata finale dei cavalieri dello zodiaco). Probabilmente dopo un po' anche le batterie degli Jedi evanescenti si esauriscono.
  • C-3 è stato programmato per comprendere la lingua Sith ma non per tradurla. Logico.
  • I film di Star Wars hanno sempre tirato fuori i robot più fighi dell’universo (R2, C-3, K-2, L3, pure BB-8, dai). Cos'è 'sto inutile pidocchio con la voce di JJ?
  • L’Imperatore… davvero? Ah, l’ho già detto? Ok, ma dai… l’Imperatore… si vede una volta all’inizio, una volta alla fine che sembra Skeletor, e naturalmente muore. Ma poi ritorna, tranquilli, fra altri 40 anni. Perché tira come un carro di buoi. Dei pianeti tuoi.
  • I genitori di Rey… Cazzo, tre anni che mi faccio seghe mentali, chissà che figata di spiegazione tireranno fuori. E poi? Ma niente, scappavano dal nonno. Colpa mia, JJ è quello di Lost, dove alla fine erano tutti morti. Come l’Imperatore.
  • Fine di Episodio VIII: i ribelli5Lo so, sarebbe Resistenza, ma 'sti cazzi lanciano un messaggio di soccorso e non risponde nessuno. Ok, comprensibile. Fine episodio IX: arrivano pure navi di Star Trek, Flash Gordon e Battlestar Galactica. Daitarn 3 era impegnato coi Meganoidi, ma ha lasciato detto che, appena si fosse liberato, sarebbe corso lì pure lui.
  • Sono 40 anni che ci ripetono che la Forza permea tutto, che l’Universo è pieno di esseri ricettivi e di bambini che maneggiano scope come Harry Potter. E poi sempre e solo Skywalker, sempre e solo Palpatine, Skywalker buoni, Palpatine cattivi, Skywalker cattivi, Palpatine buoni, Skywalker cattivi che improvvisamente diventano buoni (puoi aver sterminato bambini, intere civiltà e infiniti pianeti, ma in punto di morte ti redimi e tutto ti viene perdonato).
  • Rey e Kylo come Red e Toby, nemiciamici. Che (Mimì docet) prima si odiano e poi si amano; lei che salva lui dalla morte, lui che salva lei dalla morte, loro che si baciano, lui che si sacrifica. Love Story ci fa una pippa.
  • Su Kylo Ren non scrivo nulla, aveva grandissime potenzialità (come Darth Maul) e invece…
  • E poi nonno di qua, nonno di là. Ma ce lo vedere Palpatine che si toglie il cappuccio e si mette a tavola con la moglie e i nipoti a mangiare la pastina? Con la cannuccia probabilmente, perché con quelle dita mica lo so se riesce a tenere in mano il cucchiaio.

Ora ho capito il titolo: l’ascesa di Skywalker. In paradiso. Per forza, li hanno sterminati tutti!

Decisamente no, non sono un fan di questo “Star Wars”.

Ok, un film è un film. È intrattenimento, serve a migliorarti la giornata tra un'incazzatura e l'altra. Non deve darti il conforto della fede, né farti acquisire poteri sovrannaturali. Però se imposti delle regole poi le dovresti rispettare, altrimenti tradisci la fiducia di chi ti finanzia le ville con piscina.

Ho tanti amici che amano tutto ciò che appartiene all'universo di Star Wars. Tutto è bellissimo, tutto è perfetto. Li invidio, da morire. Davvero.

Davvero.

Non sono un fan di Star Wars, sono un fan di Guerre Stellari. E di qualche altro film e serie TV prodotti nel corso degli anni. Non amo the Holiday Special, odio i filmacci extra sugli Ewoks, non riconosco una terza trilogia.

Devo ancora farmi piacere the Clone Wars e tutti gli altri cartoni che finora mi sono stati utili come sonnifero. Loro però ce l'hanno un senso in questo Universo. Sono coerenti con la Forza, col carattere dei personaggi, non cambiano le carte in tavola per cercare consensi.

Sono un fan della storia di Luke Skywalker, che è il punto cardine intorno al quale si svolge tutta la saga. Tutto il resto è voler allungare il brodo. Tutti i personaggi nuovi, tutti i videogiochi con gente mai vista e che mai si rivedrà, tutto il commercialame dell’industria cinematografica moderna non è il mio Star Wars.

È qualcos’altro; di cui, in tutta onestà, non mi frega assolutamente niente.

Lunga vita e prosperità.

Yoda

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »