Cos’è questo sito?

Sui miei Mac ho sempre avuto cartelle, sparse qua e là, in cui salvare quelle immagini idiote che vengono postate sui social network o che arrivano tramite WhatsApp, Telegram e tutte le infinite applicazioni di messaggistica che affollano il nostro presente. Meme che non si sa mai dove mettere dopo averli condivisi con gli amici, ma che è un peccato buttare.

Il problema è che non c’è modo di catalogarli, se non — per l’appunto — mettendoli in directory chiamate “cazzate” che poi finiscono in giro per gli hard disk.

Allora mi sono detto “perché non farci un sito web“? Solo per le cose più belle, quelle che mi fanno sghignazzare tutte le volte che le rivedo. Almeno ho un posto dove trovarle quando le cerco e molta meno spazzatura sul computer.

Con l’occasione ho ripreso la mano con il codice di WordPress. Ho scelto un tema che ben si adattava alla tipologia dei contenuti (che poi è lo stesso che uso anche sul mio blog) e l’ho personalizzato in base alle mie esigenze, modificando CSS e funzioni, traducendolo e sistemandolo come più mi piaceva. Ho anche sfruttato l’occasione per provare il nuovo editor pseudo-visuale Gutenberg. Che sulla carta mi è sempre parso molto interessante ma non mi ha mai convinto del tutto.

Non conto di aggiornare il presente sito frequentemente. Al giorno d’oggi i social sfornano puttanate a rotta di collo, ma quelle davvero divertenti rimangono (fortunatamente) rare.

E solo loro finiranno qui su Sventrax. 🙂