007 – Licenza di guida

Con una mossa a sorpresa alcune settimane fa Lego ha sfornato la leggendaria Aston Martin DB5, protagonista di molti film di James bond:

Lego DB5 - scatola

Dal punto di vista puramente tecnico è un gioiellino; nonostante appartenga alla serie Creator Expert (che riproduce veicoli quanto più fedelmente possibile, senza curarne le funzionalità) potrebbe benissimo essere annoverato anche in quella Technic, vista l’elevata presenza di geniali meccanismi (sedile passeggero eiettabile, targhe multiple, mitragliatrici a scomparsa, pannello antiproiettili scorrevole).

Ha soltanto un difetto che per me ne ha decretato il totale fallimento: non assomiglia per niente a una DB5, sembra più una Rolls Royce!

Questa è la vera Aston Martin DB5:

Aston Martin DB5

Capisco che riportare in qualsiasi scala Lego una vettura sinuosa e piena di curve come questa è impresa pressoché impossibile, ma questa volta il designer Mike Psiaki ha davvero toppato di brutto1.
Ho a lungo considerato se gli splendidi gadget avrebbero potuto supplire al difetto ma no, non ce la faccio proprio; nemmeno a guardarla.

Così, come sempre più spesso mi accade, ho buttato un occhio sul Web per vedere se qualche genio dei mattoncini fosse riuscito ad apportare modifiche migliorative. Niente.
Probabilmente è così brutta che non vale proprio la pena spenderci questi 150 euro.

Ho però trovato una piccola MOC che, nonostante le dimensioni ridotte (è grande più o meno come la DeLorean), si avvicina molto di più alle forme della DB5:

Lego DB5

Ben lungi dall’essere perfetta ha però dalla sua il fatto della riconoscibilità. Tra l’altro portiere, cofano e baule sono perfettamente funzionanti ragion per cui me ne sono innamorato. Purtroppo nessuna istruzione o progetto sono stati forniti dall’autore ma, se non altro, ha comunque pubblicato un’immagine da cui si riesce a intuire a grandi linee la struttura di molti elementi. Non tutti però; ed è qui che, come Silvio, sono dovuto scendere in campo (cribbio!).

Il risultato:

DB5

In un primo momento ho cercato di seguire fedelmente il modello originale ma poi me ne sono andato un po’ per i fatti miei. Volendo un modellino giocabile invece di uno solo da esposizione ho rinforzato la struttura dell’abitacolo.
Ho anche aggiunto le mitragliatrici frontali.
C’è un tile 1×3 sul modello originario che copre lo snodo per aprire il cofano. L’editor non mi permette di “appoggiare” elementi non agganciabili, ma credo che in fondo il modello stia bene anche senza.

DB5 - portiere

Il cambiamento più evidente riguarda i cardini delle portiere, che ora non si affidano più a un unico, ballerino collegamento a uno stud inferiore, ma utilizzano il collaudatissimo meccanismo a perno.
Purtroppo il rendering non riporta fedelmente tutti i colori; la presa d’aria laterale è in realtà color argento.

DB5 - Abitacolo

Anche l’abitacolo ha subito interessanti modifiche. L’ho arricchito di un pomo del cambio (anche se nell’immagine è coperto), qualche bottoncino qui e là sul cruscotto, il telefono rosso sul pannello della portiera per parlare col primo ministro e, particolare di fondamentale importanza per il veicolo di un agente segreto, il monitor (verde) di un radar per seguire gli spostamenti dei nemici della Spectre.
I sedili anteriori sono inclinabili indipendentemente.

DB5 - retro

Sul retro della macchina ho aggiunto i tubi di scappamento e/o gli ugelli per sparare fumo o per la funzione lanciafiamme (o qualsiasi altro dannoso gadget Q deciderà di inserire). :)
Il pezzetto a fianco della vettura va infilato tra il lunotto posteriore e il baule. Oltre a coprire lo spazio necessario per consentire l’apertura di quest’ultimo, rappresenta efficacemente anche il pannello protettivo antiproiettile. Sfortunatamente con l’editor non posso posizionarlo correttamente (in realtà sarebbe un pochino più inclinato).

DB5 - aggancio paraurti

Il tizio ha utilizzato un ingegnoso sistema di aggancio speculare, in modo da poter collegare i lati inferiori dei paraurti con una rotazione di 180° (immagine a sinistra).
È una procedura ammessa e accettata, ma a me piace poco. L’ho completamente evitata per il retro della vettura ma non sono stato in grado di farlo per il frontale.
O meglio, ho creato una versione quanto più simile possibile (immagine a destra) ma, a causa di limiti fisici dei mattoncini2, non avrei potuto inserire la targa. Inoltre — per lo stesso motivo — sarei stato costretto a mettere le mitragliatrici in una posizione errata.

DB5 - open

Come ho già detto tutte le “portiere” si aprono ed è presente anche il motore (estraibile).

DB5 . cerchioni

Devo ancora prendere una decisione ufficiale per quanto concerne i copricerchioni. In teoria quelli a trama più fitta (sinistra) dovrebbero meglio rappresentare gli infiniti raggi dell’Aston Martin. Ma forse un modello più semplificato (destra) è più piacevole all’occhio.

DB5 - ammaccata

Termino con l’immagine della DB5 di ritorno da una missione, con tutti i graffi e le ammaccature del caso.

Bene, la fase preliminare si è conclusa. Nelle prossime settimane continuerò a lavorare al progetto, cercando di ottimizzarlo quanto più possibile, per poi lanciarmi a capofitto su Bricklink.

Dal momento in cui mi sono giunte all’orecchio le prime indiscrezioni su una Aston Martin Lego ho deciso che sarebbe stata mia. James Bond è un personaggio straordinario e adoro buona parte dei suoi film. Non sarà la versione ufficiale danese, ma sarà comunque una DB5 007.

E direi che mi sono guadagnato sul campo la licenza di guidare. :)


  1. E sì che tra le sue opere annovera la meravigliosa Ferrari F40, il Maggiolone Volkswagen e la revisione del Saturn V!

  2. È un discorso un po’ complicato. In sostanza gli elementi che sorreggono il paraurti (4081b) non sono perfettamente allineati al plate corrispondente, ma sono leggermente inclinati verso l’alto. Quindi è necessario abbassarli o sbatterebbero contro la griglia ma, così facendo, la targa struscerebbe per terra.

Questo articolo è stato letto 17 volte
Aggiungi un commento

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

 

Questo avviso serve a ricordare ai visitatori di lingua inglese come tradurre le pagine del sito. :)


For my english friends

Sorry, this website is completely in Italian. However, you can test your luck with Google translator clicking the paper-shape icon on the top bar. :)