Il mio viaggio a Mordor

Alcuni mesi fa ci siamo lasciati con un articolo nel quale parlavo approfonditamente dei virtual challenge, ovvero quelle sfide personali in cui si immagina di scalare l'Everest, oppure percorrere tutta la lunghezza della Grande Muraglia Cinese ma senza farlo per davvero. Si macina la stessa distanza ma col proprio ritmo e i propri tempi, inserendo i chilometri all'interno di un'applicazione e ricevendo piccole gratificazioni virtuali e reali.

Perché fare qualcosa di finto e non organizzare un vero viaggio? Pigrizia, economia, comodità. Alla fine quello che conta è tenersi in forma e, se si riesce a farlo in modo divertente, perché no?

Tornando alle sfide che avevo in atto, le ho terminate tutte: il giro dell'Islanda l'ho concluso il 20 Dicembre 2021, il giorno del mio compleanno. La Route 66 l'ho ultimata il 25 Febbraio di quest'anno, quando sono giunto a Santa Monica, sulla costa dell'Oceano Pacifico. In seguito ho concluso anche il percorso dei fiori olandese, calcolando un Km per ogni capitolo di libro letto quest'anno, tanto per fare qualcosa di differente.

In seguito ho iniziato un challenge per la scalata del Monte Everest, e lo sto portando avanti con estenuanti corse da 5 Km su un terreno in forte salita. Sono al 23% perché corro circa una volta ogni due settimane (i dolorini a muscoli che probabilmente neppure possiedo me li porto dietro per giorni, e mi serve un po' di tempo per recuperare).

Ho anche cominciato una sfida in favore dell'Ucraina (alla quale non è purtroppo più possibile partecipare, ed è stata ormai rimossa dal sito), il cui intero ricavato (oltre mezzo milione di euro) è stato destinato alle vittime di questa inumana invasione. Tanto per fare un po' più fatica del solito, la distanza la trito a piegamenti sulle braccia (dieci metri a ogni push-up1Mi sarebbe piaciuto mantenere un rapporto 1:1, cioè un metro a piegamento, ma ci avrei messo più di due anni.).

Purtroppo non ci sarà alcuna medaglia fisica al termine (sarebbe stato inutile impiegare una parte dei soldi per fabbricare un pezzetto di ferro, invece che usarli per una giusta causa).

The LOTR Challenge

Alcuni giorni fa, con una inaspettata mossa a sorpresa, la società che realizza queste sfide ha annunciato di aver ottenuto i diritti del Signore degli Anelli.2Lo ha simpaticamente fatto il primo di Aprile, e tutti noi abbiamo pensato a un pesciolone.

Il risultato è un percorso di circa 3.000 Km, ovvero la distanza intrapresa da Frodo e la Compagnia dell'Anello capitanata da Gandalf, dalla tranquilla Contea alle incandescenti fiamme del Monte Fato.

Al termine di detto percorso, si ricevono degli stupendi gadgets:

Potevo esimermi dall'iscrivermi?

Sì. Però mi sono iscritto lo stesso. :)

Nota: Al momento, a causa dell'inaspettato successo dell'iniziativa, le medaglie sono andate esaurite. È ancora possibile iscriversi, ma occorrerà attendere qualche settimana prima di poterle ricevere.3Ma, siccome si ottengono al termine di ogni sfida e ogni sfida richiede un certo periodo di tempo, è molto probabile che saranno tornate disponibili per quando avrai completato i challenge.

La sfida è suddivisa in cinque parti:

La Contea

Stato: completata

Cliccami!

Distanza: 233 Km

La prima sfida comincia da Hobbiton, il paese di Bilbo e Frodo, e si conclude alla locanda del Cavallino Impennato di Brea.

Sfortunatamente il percorso segue la trama delle pellicole di Peter Jackson e non quella del libro originale, pertanto non sono presenti eventi come la visita al fattore Maggot, la cattura degli Hobbit da parte del Vecchio Uomo Salice, l'incontro con Tom Bombadil e la terribile esperienza con lo spettro dei Tumuli. In ogni caso il percorso è corretto.

La medaglia mostra l'ingresso di Casa Baggins sulla parte frontale. Sul retro è presente una piccola busta interattiva che contiene l'Unico Anello, che andrà gettato nella lava di Mordor per liberare la Terra di Mezzo dalla tirannia di Sauron.

Ho completato il percorso un paio di giorni fa, e sono in attesa della medaglia (impiegherà circa un mesetto ad arrivare).

Clicca sulle medaglie per leggere maggiori informazioni a riguardo.4Le rivelerò man mano che completerò i relativi percorsi, ma ovviamente le potrai vedere sul sito ufficiale. :)

La Compagnia

Stato: In corso

Cliccami!

Distanza: 1.094 Km

Il secondo tratto va da Brea fino all'ingresso di Khazad-dûm, le miniere sotterranee dei Nani (conosciute anche come Nanosterro). Si parte dalla locanda del Cavallino Impennato, passando da Colle Vento e il bosco dei Troll (pietrificati all'epoca dello Hobbit), fino a giungere a Gran Burrone.

Da lì si prosegue verso sud, sottomettendosi al volere del crudele Caradhras presso il valico di Cornorosso, fino ad arrivare alle porte dell'antico regno nanico di Moria.

Il fronte della medaglia rappresenta l'aggraziata arte dell'architettura elfica, mentre sul retro appaiono in trasparenza le terribili figure evanescenti dei Nazgûl.

Questa seconda sfida e la quarta (l'Occhio di Sauron) consentono di scegliere due modalità di percorso: una breve, rispettivamente di 157 e 153 chilometri, oppure una più lunga (che è di fatto quella realmente percorsa dai personaggi del libro) di 1.094 e 1.075 Km. Nemmeno a dirlo ho scelto la seconda opzione.

Le Miniere di Moria

Stato: Non ancora cominciato

Cliccami!

Distanza: 64 Km

Il percorso per me più affascinante di tutti, con una medaglia meravigliosa.

Ci troveremo a dover percorrere al buio i lunghi corridoi di Moria, al di sotto delle tre montagne di Nanosterro: Caradhras, Fanuidhol e Celebdil. Giungeremo alla Camera dei Documenti, dove sfoglieremo il vecchio libro di Mazarbul; ci scontreremo con un Troll (nel libro sarebbe un grosso Orco, ma vabbè) e incontreremo il terribile Balrog, rovina — almeno temporanea — di Gandalf il Grigio.

La medaglia rappresenta l'ingresso di Moria con due portoni che si aprono veramente, rivelando un orgoglioso guerriero Nano, probabilmente il capostipite della casata di Durin. Sul retro è rappresentato il Balrog.

Ho intenzione di percorrere l'intera distanza di notte, tanto per meglio immedesimarmi nella parte.

L'Occhio di Sauron

Stato: Non ancora cominciato

Cliccami!

Distanza: 1.075 Km

La Compagnia dell'Anello, privata della guida di Gandalf, si reca nel magico regno degli Elfi di Lothlórien. Qui riceve alcuni doni e la benedizione di Galadriel; che purtroppo servirà a poco poiché, subito dopo la discesa del fiume Anduin, avverrà lo scioglimento del gruppo. Seguremo dunque Frodo e Sam nel loro percorso verso il regno di Mordor.

La medaglia più inquietante del gruppo: Occhione di Sauron davanti, Palantír sul retro.

Mordor

Stato: Non ancora cominciato

Cliccami!

Distanza: 454 Km

Per finire, l'ultimo tratto prevede l'attraversamento della Terra Nera, fino a giungere rocambolescamente alle voragini del Monte Fato.

Probabilmente ci arriverò nel pieno periodo estivo, per cui mi aspetto ingenti sudate e sgobbate sopra la media.

La medaglia di questo evento è parecchio massiccia e rappresenta proprio l'apertura sul fianco del Monte Fato, nelle cui profondità gettare l'Anello. E, guarda un po', all'interno della stessa è presente proprio uno slot nel quale riporre l'Anello che abbiamo trovato nella prima medaglia, chiudendo di fatto il cerchio.

Sul retro c'è quella bella figona di Shelob. :)


Insomma, una sfida particolare, fuori dagli schemi. Io, come sempre, la faccio principalmente perché adoro le medaglie; che conto di appendere alla parete vicino alle mappe.

E anche per poter dire "eh, sì. Il viaggio a Mordor l'ho fatto per davvero!". :)

Nota: Questo non è un post sponsorizzato.5Non che abbia mai avuto articoli sponsorizzati; pero qualche volta mi faccio prendere dall’entusiasmo e potrebbe sembrare. Mi piacerebbe che The Conqueror mi passasse una percentuale (o magari un buono per una sfida gratuita) per ogni persona che convinco a iscriversi, e invece ciccia.6"Ciccia", a Roma, significa "niente". Ma sono esperienze davvero appaganti che mi sento di consigliare anche se ciccia.

2 pensieri su “Il mio viaggio a Mordor

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »