Sventrax: il meglio del peggio di Internet

Sui miei Mac ho sempre avuto cartelle, sparse qua e là, in cui salvare quelle immagini idiote che vengono postate sui social network o che arrivano tramite WhatsApp, Telegram e tutte le infinite applicazioni di messaggistica che affollano il nostro presente. Meme che non si sa mai dove mettere dopo averli condivisi con gli amici, ma che è un peccato buttare.

Il problema è che non c'è modo di catalogarli, se non — per l'appunto — mettendoli in directory chiamate "cazzate" che poi finiscono in giro per gli hard disk.

Allora mi sono detto "perché non farci un sito web"? Solo per le cose più belle, quelle che mi fanno sghignazzare tutte le volte che le rivedo. Almeno ho un posto dove trovarle quando le cerco e molta meno spazzatura sul computer.

Con l'occasione ho ripreso la mano con il codice di WordPress. Ho scelto un tema che ben si adattava alla tipologia dei contenuti (che poi è lo stesso che uso qui) e l'ho personalizzato in base alle mie esigenze, modificando CSS e funzioni, traducendolo e sistemandolo come più mi piaceva. Ho anche sfruttato l'occasione per provare il nuovo editor pseudo-visuale Gutenberg. Che sulla carta mi è sempre parso molto interessante ma non mi ha mai convinto del tutto.5Adesso, invece, lo uso ovunque.

L'ho organizzato in modo da poter essere comodamente fruibile da mobile, in questo modo si possono scorrere le immagini direttamente dalla homepage, senza dover aprire gli articoli di volta in volta, perché i contenuti sono interamente visibili.6A parte le barzellette che, essendo prettamente testuali, non entrano interamente nel quadrato di anteprima.

Non conto di aggiornarlo frequentemente. Al giorno d'oggi i social sfornano puttanate a rotta di collo, ma quelle davvero divertenti rimangono (fortunatamente) rare.

sventrax.lemonskin.net

E solo loro finiranno lì. :)

3 thoughts on “Sventrax: il meglio del peggio di Internet

  1. Ciao, seguo il tuo blog da tempo e la tua ironia è fantastica. Con questo Sventrax mi sono sbellicato. Non sono iscritto a nessun social proprio perché non sopporto 'le puttanate a rotta di collo' ma questa tua raccolta è davvero esilarante. Spero che venga aggiornata, anche sporadicamente, perché ormai ho messo il link direttamente sulla home del cellulare. Saluti.

    1. Grazie per la fiducia. :)
      Dubito che il nuovo sito possa diventare qualcosa di estremamente dinamico, proprio perché voglio concentrarmi sulla qualità e non sulla quantità. Tra l'altro non ho la voglia, né l'esigenza di dover postare un nuovo articolo al giorno. Esattamente come avviene su questo blog, a comandare è la mia leggendaria pigrizia. :)

      Di sicuro lo aggiornerò ogni volta che troverò qualcosa di divertente. Per fortuna nel mondo c'è ancora tanta gente che vuole ridere e non incattivirsi sui social network, quindi da quel punto di vista siamo in una botte di ferro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »