Millennium Falcon blueprints

Nell’attesa che i servizi postali di mezza Europa mi recapitino a casa tutti gli elementi per completare le modifiche al Millennium Falcon Lego, colgo l’occasione per parlare di un paio di libri, a mio avviso spettacolari, che molto hanno contribuito alla comprensione e realizzazione delle stesse.

Sono molto simili, entrambi descrivono fin nei minimi dettagli la struttura tecnica, gli armamenti, la disposizione dei componenti, il generale funzionamento della navetta, seppur lo facciano con approcci differenti.

Millennium Falcon owner’s workshop manual

Haynes Publishing è un’affermata società editrice britannica specializzata in manuali tecnici. Le sue pubblicazioni spaziano dalle autovetture alle motociclette, dai carri armati ai razzi spaziali fino a spingersi, di tanto in tanto, anche in territori fantastici. Abbiamo così una guida tecnica sulla Ecto-1 dei Ghostbusters, un prontuario per la sopravvivenza in caso di attacchi zombie, i piani progettuali dell’Enterprise, gli schemi della Morte Nera e, naturalmente, quelli del Millennium Falcon.

Il tutto è trattato da un punto di vista serio, tecnico e decisamente realistico, come se i veicoli esistessero per davvero (e sono certo sia così, in una galassia lontana lontana). Viene illustrato il funzionamento dei motori, i componenti del quadro di comando, le armi, gli scudi, i materiali e viene approfondito tutto l’aspetto storico del modello, con accenni anche alle versioni precedenti e successive.

Da questo libro ho estratto la pianta che mi è servita a riprogettare gli interni del Falcon. E sempre con questa guida ho scoperto dove sono posizionate le capsule di emergenza e che il cannoncino ventrale estraibile si trova da tutt’altra parte rispetto a dove lo ha piazzato Lego.1


Millennium Falcon 3D owner’s guide

Questo manuale punta invece sulla spettacolarità. Quasi come un libro popup divide la navetta in sezioni (praticamente la fa a fette) e ne illustra tutte le caratteristiche in modo visuale.

A ogni cambio di pagina ci si immerge sempre più all’interno dello scafo, portando alla luce i componenti meno evidenti. Vengono fornite meno informazioni rispetto al libro precedente ma l’impatto è sorprendente e immediato. Sembra quasi di smontare il Millennium Falcon come facevamo da piccoli coi giocattoli per vedere come funzionavano.


Da noi questi libri sono di importazione (figuriamoci se qualcuno pensa a tradurli) per cui i costi sono relativamente alti. Ma è sufficiente andare su Amazon UK per trovare prezzi d’occasione, specialmente sull’usato.
Quello che ci “frega” sono le spese di spedizione, che possono arrivare a essere anche il triplo rispetto agli articoli, ma rimangono comunque più che ragionevoli.

Tanto per dire con 12 euro, tutto compreso, me li sono fatti recapitare a casa tutti e due (insieme ad altri libri di Star Wars che però hanno poco a che vedere con il tema di questo articolo).

Consigliati? Se amate l’universo di Star Wars direi consigliatissimi!


Altri articoli di questa serie:


  1. Ma si tratta di una scelta comprensibile, dettata dalla mancanza di spazio e dalla complessità del meccanismo di fuoriuscita.

Questo articolo è stato letto 346 volte
Aggiungi un commento

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

 

Questo avviso serve a ricordare ai visitatori di lingua inglese come tradurre le pagine del sito. :)


For my english friends

Sorry, this website is completely in Italian. However, you can test your luck with Google translator clicking the paper-shape icon on the top bar. :)